ATTUALITA' e TERRITORIO

 


 Per Contattarci:

Contatto
Contatto

Questa settimana vi segnaliamo:

La Cartolina della settimana

Passioni e .......

Un blog di ...... e non solo.

 

Video,

Il videoblog del trittico.

Foto,

Il fotoblog del trittico. 

 

* NOTIZIE UTILI

fai clic qui
fai clic qui

PARTNER

Il Coro
Il Coro

SCHOLA CANTORUM BARISCIANO
Associazione Musicale

Corale Polifonica

 


contatore visite html

Barisciano

In provincia di L’Aquila ( Italia ). Abitanti, 1.850 - Altitudine, 940 s.l.m.

Barisciano è situato a 18 Km dalla città di L’Aquila, sulla S.S. 17 , adagiato alle pendici del monte Selva (1623 m.) e di costa castello, propaggine meridionale del gruppo del Gran Sasso. A valle, la piana anticamente attraversata dalla via Claudia Nova dove era una volta un vicus di nome Furfo che potrebbe essere all’origine della sua storia e formazione. Nelle vicinanze, i resti di un’altra importante città (Peltuinum), e a legarle insieme l’antico sentiero del “Tratturo”. Nel XIII secolo fu tra i paesi che contribuirono alla fondazione della città di L’Aquila.

La sua posizione, baricentrica nel contesto territoriale, ne fanno una naturale porta del "Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga" ospitanto presso l'antico Convento di S.Colombo il Centro Ricerche Floristiche e l'adiacente Orto Botanico.  

Pecorrendo la S.S. 17 in direzione dell'altopiano di Navelli, lasciandoci alle spalle l'ultimo lembo del territorio comunale di L'Aquila, incontriamo sulla simìnistra tre centri abitati: Petogna, Villa di Mezzo e S. Martino, che insieme prendono il nome di Picenze e formano con Bariscino una unica realtà comunale.

Il paesaggio

Le persone

Gli eventi principali

 

 

LA VOCE D' RU PUNTONE

 

 

Ru Puntone. (F.to L. Piccinini)
Ru Puntone. (F.to L. Piccinini)

 

 

 

 

Piccole verità, 

cattivi pensieri e dicerie varie.

Sapori di fiera.

Riproposta la ormai nota e antichissima Fiera di Santa Caterina, giornata mite e serena, strette di mano ed atmosfera familiare.

Numerosi i venditori a disseminare nell'ambiente sapori, odori e caratteristici colori.

Una piacevole passeggiata tra bimbi immersi nei giocattoli, adulti alla ricerca dell'oggetto da portare a casa, superando le immancabili file ai banchi della saporita e tiepida porchetta.

Alla fine, tutti soddisfatti, si può tornare a casa e chiudere la serata davanti al focolare, magari a sorseggiare vino caldo mangiando croccanti caldarroste.