ATTUALITA' e TERRITORIO

 


 Per Contattarci:

Contatto
Contatto

Questa settimana vi segnaliamo:

La Cartolina della settimana

Passioni e .......

Un blog di ...... e non solo.

 

Video,

Il videoblog del trittico.

Foto,

Il fotoblog del trittico. 

 

* NOTIZIE UTILI

fai clic qui
fai clic qui

PARTNER

Il Coro
Il Coro

SCHOLA CANTORUM BARISCIANO
Associazione Musicale

Corale Polifonica

 


contatore visite html

NOTIZIE UTILI

IN COLLABORAZIONE CON SERVIZI MCL
IN COLLABORAZIONE CON SERVIZI MCL
  • Pensioni
  • Contributi
  • Invalidità
  • Disoccupazione

 

  • Assistenza fiscale
  • 730 - UNICO
  • IMU - ISE

 

  • Immigrazione
  • Permessi Soggiorno
  • Ric. Familiare
  • Colf - Badanti

L'Aquila, Via Francesco Crispi 35 - Tel. 0862760964 Cell. 3331137520

 

 

Seggiolini anti abbandono e asili nido, novità in arrivo.

 

 

 

Le sanzioni per chi non ha in auto i seggiolini anti abbandono saranno sospese fino al primo giugno 2020, inoltre potrebbe aumentare il contributo per l'acquisto dei questi nuovi dispositivi previsti dalla legge.

 

La proposta di modifica del Decreto Fiscale ora in commissione prevede agevolazioni per coloro che hanno un reddito, valore Isee, fino a 9.360 euro.

 

Il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in audizione al Senato ha spiegato come dal primo gennaio sarà in vigore una norma che consentirà "la gratuità degli asili nido per la grande maggioranza delle famiglie".

 

La misura nei fatti prevede l'ampliamento del sostegno alla famiglia per il pagamento delle rette.

 

L'intervento contenuto nel disegno di legge di bilancio prevede un incremento del sostegno statale alle famiglie da 1500 a 3000 euro annui per i nuclei con Isee sotto i 25mila euro e un incremento da 1500 a 2500 per quelli da25 mila a 40mila. Attualmente il bonus asilo nido viene erogato con cadenza mensile, parametrando l’importo massimo di 1.500 euro su 11 mensilità, per un importo massimo di 136,37 euro direttamente al genitore richiedente che ha sostenuto il pagamento, per ogni retta mensile pagata e documentata.

 

 

Nuova IMU sulla casa (scompare la Tasi).

 

 

Attualmente la tassa si compone di una quota IMU ed una TASI, con la riforma in parola scompare la quota Tasi il cui gettito confluirà, dal 1 gennaio 20120, nella nuova IMU:

 

La nuova IMU sulla casa: Le scadenze che riguardano il pagamento sono sempre due: 16 giugno (entro questa data i contribuenti dovranno pagare l’acconto dell'imposta complessivamente dovuta, applicando l'aliquota e la detrazione dei dodici mesi dell'anno precedente), e 16 dicembre il saldo.

 

A tale proposito il governo ha rassicurato che i cittadini non dovranno pagare di più rispetto al passato.

 

Ad oggi l'IMU massima è al 10,6 per mille, la Tasi invece ha come aliquota massima l'8 per mille, ma non è stata istituita ovunque. Attualmente la somma delle due aliquote, che si calcola in base al valore catastale dell’immobile, arriva all'11,4 per mille, cioè esattamente l'aliquota massima prevista dalla nuova IMU.

 

Qualche preoccupazione in merito e rappresentata dalla decisione dei singoli comuni di aumentare, entro la soglia prevista, le aliquote oppure no.

 

Tutto è rimandato al loro comportamento. Quei comuni che non avevano ancora toccato la soglia massima di tassazione avranno, come è attualmente, la libertà per farlo, mentre chi aveva già raggiunto quella soglia non potrà andare oltre.